La zona industriale di Abu Dhabi riduce le commissioni per oltre il 75% dei suoi servizi per attirare ulteriormente gli investitori


ABU DHABI, 6 agosto 2019 (WAM) – La Zona Industriale Khalifa Abu Dhabi, KIZAD, una filiale dei Porti di Abu Dhabi, ha rinunciato alle spese per oltre il 75% dei suoi servizi, in linea con la direttiva del governo di Abu Dhabi per incoraggiare ulteriori investimenti nell'emirato.

In un costante impegno per la crescita e il successo delle operazioni in KIZAD, tre quarti dei servizi saranno offerti gratuitamente, mentre le commissioni per un numero significativo dei servizi rimanenti saranno ridotte e semplificate per una struttura tariffaria più semplice.

L'iniziativa consente agli investitori di risparmiare molti costi e contributi, aumentando il vantaggio competitivo di KIZAD per i suoi clienti attuali e futuri. Commentando la mossa, il Capitano Mohamed Juma Al Shamisi, CEO dei Porti di Abu Dhabi, ha dichiarato: "Continuiamo a sostenere le iniziative del governo per costruire un ambiente favorevole agli investitori, fornendo ai nostri partner e clienti gli incentivi dei quali hanno bisogno per far prosperare le loro attività e crescere. Siamo impegnati a guidare Abu Dhabi a diventare un gateway globale per le aziende di tutte le parti del mondo.

"I costi per la creazione e il mantenimento di un'azienda di successo in KIZAD sono ora più raggiungibili che mai. È un'opportunità ideale per le aziende di tutte le dimensioni di beneficiare di tali incentivi per far crescere la propria attività o entrare in nuovi mercati." Le esenzioni sono in linea con l'iniziativa triennale "Ghadan 21", che investe circa 50 miliardi di AED in una serie di iniziative di sviluppo e pacchetti di incentivi, incentrati su quattro pilastri principali: sociale, economico, vivibilità e conoscenza.

La decisione di rinunciare alle commissioni si basa anche sull'incredibile successo che i Porti di Abu Dhabi hanno avuto nell'attirare investitori a KIZAD da quando è stato lanciato nel 2010. Ad oggi, la zona ha attratto oltre 500 investitori e oltre 65 miliardi di AED di investimenti in più settori, compresi metalli, polimeri, petrolio e gas, settore automobilistico, alimentare, energetico e logistico. La nuova struttura tariffaria sarà applicabile da questo mese in poi.

Tradotto da: G. Mohammed.

http://www.wam.ae/en/details/1395302779013

WAM/Italian