lunedì 19 aprile 2021 - 7:45:53 mattina

La Russia afferma che "che Sonda Speranza raggiunge il punto di destinazione è un enorme traguardo"

  • 157d4042-a321-4200-9483-a2b479f0d455.jfif
  • photo5843445316110628393
  • photo5843445316110628396
  • photo5843445316110628389

Di: Binsal AbdulKader ABU DHABI, 9 febbraio 2021 (WAM) - La Russia, il primo paese a far atterrare un veicolo spaziale su Marte cinquant'anni fa, ha dichiarato martedì che la Sonda Speranza degli Emirati Arabi Uniti che raggiunge il punto di destinazione stesso è un enorme traguardo.

In una dichiarazione rilasciata all'agenzia di stampa degli Emirati (WAM), Roscosmos (l'Agenzia spaziale federale russa) ha dichiarato: "Raggiungere il punto di destinazione stesso è una pietra miliare enorme per una missione e ci congratuliamo vivamente con i nostri colleghi degli Emirati per il successo di questo compito critico."

Roscosmos ha fatto questi commenti poiché il successo dell'inserimento in orbita su Marte di Sonda Speranza dovrebbe essere determinato martedì. Quella delicata fase deciderà il successo della prima missione su Marte dal mondo arabo.

"La missione Speranza è già un enorme successo qualunque sia la sua continuazione. Ha mostrato al mondo intero che una passione ambiziosa sostenuta da una leadership capace può catapultare rapidamente una giovane nazione in un club di giocatori pesanti in una delle aree più avanzate delle attività dell'umanità", ha aggiunto l'agenzia russa.

"Auguriamo ai nostri colleghi degli Emirati di portare a termine con successo questa missione molto importante e audace", si legge nel comunicato.

La Russia - ex Unione Sovietica - è stata il primo paese a sbarcare un'astronave su Marte nel 1971 e nel 1973, a cui hanno seguito gli Stati Uniti con i propri otto sbarchi su Marte di successo tra il 1976 e il 2018.

L'Unione Europea nel 1993 e l'India nel 2014 si sono unite a questo esclusivo club di navigatori spaziali che è riuscito a raggiungere Marte con successo.

Se la Sonda Speranza raggiunge con successo Marte, gli Emirati Arabi Uniti diventeranno il quinto membro di quel club d'élite.

Alla domanda sul significato di tale risultato, Roscosmos ha dichiarato: "Siamo molto felici di dare il benvenuto all'amichevole nazione degli Emirati Arabi Uniti nel club delle nazioni del mondo per l'esplorazione dello spazio profondo".

Ha inoltre spiegato che "la comunità spaziale globale ha un consenso a lungo termine sul fatto che l'esplorazione dello spazio profondo di solito richiede un'ampia cooperazione internazionale. Le missioni interplanetarie sono sempre state un compito di alto livello e più le nazioni acquisiscono queste capacità, più il mondo intero ne trae beneficio".

Sul significato della missione su Marte degli Emirati Arabi Uniti, Roscosmos ha spiegato che "le missioni interplanetarie sono ben note per essere tra i compiti più impegnativi nelle attività spaziali umane. Per lanciare una singola missione di solito sono necessari molti anni da spendere e un'enorme mole di lavoro da fare. Ed è allora che inizia il prossimo periodo di mesi, anni e talvolta decenni di duro lavoro meticoloso e persistente".

Circa il possibile contributo della sonda Speranza alle missioni spaziali di Roscosmos, la dichiarazione afferma: "Abbiamo ricevuto alcuni input dai nostri scienziati che la missione Speranza in una serie di aspetti è correlata ad alcuni dei nostri futuri piani di missione marziana e con i dati ottenuti da vari strumenti scientifici contribuiscono sempre a una migliore comprensione di qualsiasi fenomeno naturale".

La Corporazione Statale di Roscosmos è stata fondata nell'agosto 2015 per supervisionare ed attuare una riforma globale dell'industria spaziale russa.

Il programma ExoMars, uno sforzo congiunto tra Roscosmos e l'Agenzia spaziale europea, aveva lanciato Schiaparelli, un veicolo dimostrativo tecnologico trasportato da ExoMars Trace Gas Orbiter, TGO, su Marte nel 2016.

Hanno rinviato il lancio nel 2020 della seconda missione ExoMars sul Pianeta Rosso al 2022 a causa di alcuni motivi tecnici.

Si prevede che la Sonda Speranza entrerà in orbita attorno a Marte, la parte più pericolosa del suo viaggio, poiché la manovra prevede l'inversione del veicolo spaziale e l'accensione dei sei propulsori Delta-V della Sonda Speranza in una combustione di 27 minuti per rallentare rapidamente la velocità del veicoli spaziali da 121.000 km/ora a 18.000 km/ora.

Durante questa fase, Mars Orbit Insertion, il contatto tra la sonda e il team operativo è ridotto al minimo. Se entra con successo nell'orbita marziana, Sonda Speranza passerà alla "fase scientifica" e acquisirà e trasmetterà la prima foto di Marte entro una settimana.

A quel punto, inizierà la sua missione per costruire il primo quadro completo dell'atmosfera marziana utilizzando i suoi tre strumenti scientifici avanzati che continueranno a trasmettere i dati dell'atmosfera del Pianeta Rosso per un anno marziano, equivalente a 687 giorni terrestri.

La missione dovrebbe raccogliere più di 1.000 GB di nuovi dati, che saranno condivisi con oltre 200 istituzioni accademiche e scientifiche in tutto il mondo.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302908494

WAM/Italian