lunedì 19 aprile 2021 - 7:46:33 mattina

Mohammed bin Rashid ordina il trasporto aereo di forniture di aiuti umanitari al Sudan

  • evzz9n7xmail-jx.jfif
  • evzz9n-xuas0wwk.jfif
  • evzz9obxcaemamc.jfif
  • evzz9ocwgaeeouf.jfif

DUBAI, 1 marzo 2021 (WAM) - Il Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum ha ordinato voli di soccorso per il trasporto di aiuti umanitari urgenti e forniture mediche dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS ) centro logistico a Dubai per il Sudan.

Sotto le direttive dello sceicco Mohammed, la Città Umanitaria Internazionale (IHC) ha noleggiato due aerei per consegnare il materiale di aiuto al Sudan.

La fornitura immediata di medicinali salvavita, forniture mediche e personale tecnico logistico è fondamentale per sostenere gli sforzi dell'OMS e del Ministero della Salute del Sudan per affrontare l'emergenza sanitaria e l'escalation della crisi nel paese. Le forniture allevieranno le carenze critiche di farmaci nelle strutture sanitarie e aumenteranno l'accesso alle attrezzature protettive e biomediche necessarie per la gestione del COVID-19.

L'IHC ha noleggiato due rotazioni di aeromobili da "Emirates SkyCargo", membro dell’alleanza logistica del vaccino di Dubai (DVLA), per trasportare il carico vitale dall'aeroporto internazionale di Dubai (DXB) all'aeroporto di Khartoum. Il primo aereo è atterrato a Khartoum domenica 28 febbraio. Il secondo è atterrato lunedì 1 marzo, trasportando rifornimenti dell'OMS del peso di 54 tonnellate per un valore totale di 795.000 dollari, che si stima raggiungeranno oltre 700.000 beneficiari.

Questo segna la prima volta che il centro logistico dell'OMS a Dubai distribuisce contemporaneamente personale tecnico logistico e forniture mediche da Dubai per accelerare una risposta all'emergenza sanitaria a sostegno del personale dell'OMS in prima linea.

L'anno scorso, da settembre a dicembre 2020, IHC ha attivato un ponte aereo umanitario che trasporta gli aiuti forniti dalla comunità umanitaria e immagazzinati all'interno dei magazzini IHC a Dubai per sostenere la popolazione sudanese colpita dalle inondazioni e per aiutare decine di migliaia di rifugiati e sfollati in fuga dalla regione del Tigray dell'Etiopia al Sudan.

"Sostenendo la risposta all'emergenza della sua comunità membro, gli sforzi di IHC riflettono la visione di Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum per assistere le popolazioni colpite da disastri naturali e emergenze complesse", ha affermato Giuseppe Saba, Amministratore delegato della Città umanitaria internazionale. "IHC è sempre stata insieme alla sua comunità e continuerà a sostenere attivamente le azioni umanitarie e continuerà a servire le comunità bisognose", ha aggiunto.

L'OMS e l'IHC stanno inviando kit sanitari di emergenza, attrezzature per la protezione del personale, test di laboratorio e forniture mediche appropriate conservate all'interno dei locali dell'IHC, per aiutare il Sudan ad alleviare le sfide nel rilevare, prevenire e mitigare la diffusione di COVID-19 e fornire trattamenti.

"Queste forniture sono un'ancora di salvezza per le persone bisognose di assistenza sanitaria in Sudan. Il supporto di IHC ci ha permesso di fornire queste forniture nel momento in cui sono più necessarie, per assicurarci che le persone abbiano accesso ai servizi sanitari di cui hanno bisogno ed evitare inutili perdite di vite umane. L'OMS è anche grata all'Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale, alla Commissione europea per la protezione civile e gli aiuti umanitari, al Fondo di risposta umanitaria del Sudan e al Fondo centrale di risposta alle emergenze dell'OMS, i cui generosi contributi hanno consentito l'approvvigionamento di queste forniture urgentemente necessarie ". ha detto il dottore Nima Abid, rappresentante dell'OMS in Sudan.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302914571

WAM/Italian