domenica 18 aprile 2021 - 10:25:56 sera

L'ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti presenta le credenziali al presidente israeliano

  • ‎سفير الإمارات يقدم أوراق اعتماده إلى رئيس إسرائيل
  • ‎سفير الإمارات يقدم أوراق اعتماده إلى رئيس إسرائيل
  • ‎سفير الإمارات يقدم أوراق اعتماده إلى رئيس إسرائيل
  • ‎سفير الإمارات يقدم أوراق اعتماده إلى رئيس إسرائيل

TEL AVIV, 1 marzo 2021 (WAM) - Mohamed Mahmoud Al Khaja ha presentato le sue credenziali a Reuven Rivlin, Presidente dello Stato di Israele, come primo ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti nello Stato di Israele.

Si è tenuto un ricevimento ufficiale per l'ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti, che ha ascoltato l'inno nazionale degli Emirati Arabi Uniti suonato prima di consegnare le sue credenziali al presidente di Israele.

Il presidente Rivlin ha dichiarato: "Questo è un momento speciale per me come presidente di Israele", sottolineando che gli Emirati Arabi Uniti sono un paese sostenitore della pace che è riuscito a trasformare il deserto in un'oasi fiorente che è diventata un centro per la tecnologia, la creatività e scienze.

"Non vediamo l'ora di rafforzare le relazioni tra i due paesi. Grazie alla coraggiosa e saggia leadership degli Emirati Arabi Uniti, abbiamo avuto l'onore di vedere questa giornata meravigliosa, con la bandiera degli Emirati Arabi Uniti che sventola accanto alla bandiera israeliana sopra la residenza presidenziale a Gerusalemme ", ha detto.

"Gli israeliani sono lieti di accogliervi calorosamente qui", ha continuato il presidente, osservando che gli accordi sono conclusi tra i leader ma le persone forgiano una pace reale e sostenibile.

Inoltre, ha aggiunto, "ci sono molte cose che possiamo fare per spingere in avanti i nostri popoli e il Medio Oriente promuovendo la cooperazione regionale, il rispetto reciproco e il consolidamento dei valori della pace".

"Non vedo l'ora di vederti riuscire a costruire il ponte della pace tra i due paesi e i nostri popoli. Benvenuti Il Presidente ha concluso quanto segue: Da parte sua, l'Ambasciatore Al Khaja ha detto: "È un piacere essere davanti a voi oggi e vi ringrazio per averci ospitato qui. Sono inoltre lieto di trasmettervi i saluti del Presidente degli Emirati Arabi Uniti Sua Altezza lo Sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente, Primo Ministro e Sovrano di Dubai, e Sua Altezza lo Sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, e i loro auguri a Sua Eccellenza e al suo popolo per ulteriori progressi e prosperità ".

Al Khaja ha continuato: "Per favore, permettetemi di esprimere la nostra travolgente felicità per la nostra presenza su questa terra alla presenza di Vostre Eccellenze, signore e signori".

"Gli Emirati Arabi Uniti e lo Stato di Israele condividono un terreno comune e manteniamo una visione comune per il futuro in cui i valori di tolleranza e cooperazione sono necessari ora più che mai. Lo storico accordo di pace degli accordi di Abraham, firmato alla Casa Bianca nel settembre 2020, ha aperto un nuovo capitolo nelle relazioni tra i nostri due paesi e promuove la stabilità e la sicurezza nella nostra regione ", ha detto Al Khaja.

Ha aggiunto: "Oggi stiamo assistendo a una nuova visione che creerà un percorso migliore per la regione del Medio Oriente. L'accordo di pace degli accordi di Abraham è un risultato storico che avrà un impatto positivo non solo su entrambi i paesi, ma anche sull'intera regione. Ogni opzione diversa dalla pace significherà distruzione, povertà e sofferenza umana ".

Ha sottolineato che questa nuova visione, che sta plasmando una regione piena di energia giovanile, è quella che cerca di raggiungere un futuro più stabile, prospero e sicuro. Ha espresso la sua soddisfazione per il ruolo degli Emirati Arabi Uniti in questa nuova visione per una regione desiderosa di stabilità e crescita del potenziale umano e per un nuovo approccio civilizzato che spalanca le porte di opportunità a beneficio dei sostenitori della pace e della prosperità.

"L'accordo di pace degli accordi di Abraham rimarrà un faro nella storia umana per tutti i sostenitori della pace, poiché ha creato una nuova realtà. Entrambi i paesi condividono oggi l'obiettivo di stabilire pace e sicurezza nella regione e infondere ottimismo e speranza tra i nostri popoli. A questo proposito, entrambi i paesi hanno iniziato a considerare affrontare le sfide alla sicurezza regionale e internazionale come un obiettivo comune, e lavorerò instancabilmente per rafforzare i legami politici tra i nostri paesi per il bene dei nostri popoli e la stabilità regionale ", ha detto Al Khaja.

Inoltre, ha affermato: "L'accordo di pace degli accordi di Abraham apre nuove prospettive per la creazione di posti di lavoro per i giovani della regione, poiché i nostri due paesi rappresentano due delle economie più importanti e più grandi della regione per sostenere la crescita e creare nuove opportunità. I nostri due paesi hanno già iniziato a cooperare nel commercio e nel campo tecnologico ".

Al Khaja ha anche osservato: "L'avvio di relazioni diplomatiche tra i due paesi ha riscaldato i legami tra i nostri popoli attraverso il turismo e la cooperazione in vari settori come l'istruzione e la salute, e io eserciterò tutti gli sforzi per rafforzare questi legami e colmare eventuali divari tra le due culture. e popoli ".

"In questo anno difficile in cui il mondo continua a combattere la pandemia COVID-19, gli Emirati Arabi Uniti non hanno risparmiato sforzi nel perseguire l'eredità lasciata dal defunto Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan mentre sono al fianco di tutte le nazioni amiche e li aiutano a superare le sfide che hanno faccia, indipendentemente dalla religione, dalla cultura o dalla razza. Questo è un dovere umanitario e un principio fermo ", ha detto Al Khaja.

Ha aggiunto: "Gli Emirati Arabi Uniti e lo Stato di Israele hanno collaborato alla ricerca scientifica per combattere COVID-19, ei nostri due paesi sono diventati leader mondiali nella vaccinazione contro COVID-19. Continuiamo a imparare gli uni dagli altri e condividere questa conoscenza con il mondo. Questo è ciò che porta la pace. Oggi, gli Emirati Arabi Uniti e lo Stato di Israele sono uniti per salvare vite umane, contenere la pandemia da un lato e aprire in sicurezza le economie dei nostri due paesi dall'altro ".

Al Khaja ha concluso: "Vorrei ringraziare Vostra Eccellenza e tutti voi per avermi ospitato come primo ambasciatore degli Emirati nello Stato di Israele, e mi impegno a lavorare per rafforzare le relazioni bilaterali e muovermi verso nuovi orizzonti di cooperazione a beneficio di i nostri paesi e popoli. Spero anche che andremo avanti nella costruzione di una calda pace per i popoli della regione ".

Dopo la cerimonia, il presidente Rivlin ha tenuto un incontro bilaterale con Al Khaja.

Il presidente Rivlin ha augurato successo all'ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti nella sua missione, che contribuisce allo sviluppo e al rafforzamento delle relazioni bilaterali tra gli Emirati Arabi Uniti e lo Stato di Israele in vari campi, sottolineando la disponibilità del suo paese a fornire tutto il supporto possibile per facilitare i suoi compiti.

Inoltre, Al Khaja ha espresso il suo orgoglio nel rappresentare gli Emirati Arabi Uniti nello Stato di Israele e il suo desiderio di rafforzare le relazioni bilaterali e attivarle in vari campi per contribuire a rafforzare i legami di amicizia tra i due paesi.

Il presidente Rivlin, a sua volta, ha ricambiato i suoi saluti ai leader degli Emirati Arabi Uniti, augurando al governo e al popolo degli Emirati Arabi Uniti ulteriore sviluppo e prosperità.

Al Khaja è arrivato oggi a Tel Aviv e ha incontrato Gabi Ashkenazi, ministro israeliano degli Affari esteri.

Durante l'incontro, hanno discusso le relazioni bilaterali e la crescita significativa a cui hanno assistito dalla firma dell'Accordo di pace degli accordi di Abraham, nonché i modi per rafforzare la cooperazione in vari campi.

Gabi Ashkenazi si è congratulato con Al Khaja e gli ha fatto gli auguri per la sua nuova missione.

Ashkenazi ha anche notato l'importante ruolo degli Emirati Arabi Uniti nel guidare il cambiamento che l'accordo di pace degli accordi di Abraham ha portato in Medio Oriente.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302914612

WAM/Italian