martedì 01 dicembre 2020 - 3:44:49 sera

Il primo evento principale femminile UFC ad Abu Dhabi destinato ad ispirare la nuova generazione di atlete

  • أبوظبي تستضيف أول بطولة "يو إف سي" للسيدات في الشرق الأوسط
  • أبوظبي تستضيف أول بطولة "يو إف سي" للسيدات في الشرق الأوسط

ABU DHABI, 6 ottobre 2020 (WAM) - Abu Dhabi continua a fare la storia con Ritorno all'Isola della Lotta, la mega serie UFC di cinque eventi che si svolge all'Isola Yas. L'hosting sicuro e di successo di domenica di UFC FIGHT NIGHT: HOLM VS ALDANA al Flash Forum, ha segnato il primo evento principale femminile UFC in Medio Oriente.

La seconda notte del programma Ritorno all'Isola della Lotta è stata sottolineata dall'ex campionessa Holly Holm e dalla contendente numero 6 Irene Aldana in un acceso incontro di pesi gallo, con Holm che ha rivendicato la vittoria con un'esibizione dominante nell'evento principale della carta UFC FIGHT NIGHT. Il terzo incontro sulla carta ha visto una seconda lotta femminile dei pesi gallo tra Germaine de Randamie e la contendente numero 4 Julianna Peña. Anche le donne combattenti hanno partecipato ai preliminari di domenica, mentre la thailandese Looma Lookbonmee ha battuto Jinh Yu Frey per decisione dei giudici nel loro incontro di peso paglia.

Con l'headliner Holm-Aldana che garantisce una notte storica per lo sport ad Abu Dhabi, il quartetto dei pesi gallo è stato acclamato per aver ispirato l'interesse femminile per gli sport da combattimento e per aver consentito alle donne di tutto il mondo di inseguire i loro sogni sportivi.

"Durante la pianificazione di Ritorno all'Isola di Lotta, abbiamo discusso di come avremmo potuto migliorare il travolgente successo dell'Isola di Lotta UFC inaugurale. Il nostro obiettivo era quello di avere un impatto significativo e raggiungere nuovi traguardi con questo evento", ha affermato Saeed Al Saeed, Direttore del marketing di destinazione presso il Dipartimento della cultura e del turismo - Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi). "Siamo lieti che Abu Dhabi sia diventata la prima città del Medio Oriente ad ospitare un evento UFC caratterizzato da donne.

"L'emancipazione femminile è sempre stata una priorità per Abu Dhabi e la nostra leadership incoraggia attivamente i giovani talenti a perseguire i propri sogni. Grazie ai nostri sforzi di base nelle scuole, che includono il jiu-jitsu come parte del programma sportivo, c'è già un forte interesse per gli sport da combattimento femminili nell'emirato. Gli atleti che hanno combattuto qui sono modelli di ruolo che guidano l'interesse per lo sport e dimostrano ai nostri giovani che tutto è possibile".

Dopo la sua impressionante vittoria, Holm, che ha scioccato la famosa campionessa Ronda Rousey all'UFC 193, e le sue controparti femminili hanno sottolineato collettivamente il ruolo di questo evento nell'ispirare le aspiranti atlete di sport da combattimento nella regione.

"È bello avere un ruolo in un po' di storia. Mi piace sempre fare cose che non sono mai state fatte prima. Sono molto onorato di farne parte" ha detto Holm. "Spero che qualsiasi cosa facciamo ispiri le ragazze ad avere la fiducia necessaria per andare là fuori e fare quello che vogliono fare, per andare a provarlo.

"La cosa più importante che direi alle persone che vogliono diventare un artista marziale è di avere pazienza. Ci vuole molto tempo perché non accada dall'oggi al domani. Sii paziente e mettici costantemente un duro lavoro, le cose andranno a posto".

Aldana, che ha fatto una bella prestazione contro Holm, ha aggiunto: "Spero di poter motivare più ragazze a praticare questo sport. È uno sport duro, ma fa parte dell'evoluzione delle donne ed è importante imparare alcune cose per proteggersi. Se riesci a portarlo a livello professionale, beh, è un grande sport. Basta lavorare sodo, rimanere disciplinato, appassionarsi e le opportunità arriveranno".

Ha aggiunto: "È stato fantastico essere qui e farne parte. Spero che possiamo ispirare le persone. Credo davvero che tutti dovrebbero essere in grado di fare ciò che desiderano e se vuoi fare un tentativo, fallo. Fai tutto ciò che ti rende felice. Il duro lavoro ripagherà. Continua a vivere i tuoi sogni e inseguirli."

Da parte sua, Germaine de Randamie, che si è assicurata una sottomissione al secondo turno su Julianna Peña, ha dichiarato: "Amo essere qui, e ricorderò sempre che ho vinto la mia prima sottomissione ad Abu Dhabi. Grazie per tutto il supporto e l'ospitalità che ci hai dato. È un posto fantastico e ho la fortuna di essere qui in questo evento, che spero ispirerà più donne combattenti a perseguire i loro sogni e non mollare mai. Non è facile allenarsi per scontri professionali, mentre sei un poliziotto; comunque amo questo sport e la mia passione mi incoraggia sempre ad aspirare di più".

Altrove, Ritorno all'Isola della Lotta continua a stabilire nuovi parametri di riferimento. Con Abu Dhabi pronta a diventare la prima città al di fuori di Las Vegas ad ospitare due eventi consecutivi numerati UFC, lo scontro pre-combattimento UFC 253: ADESANYA vs COSTA tra Israele Adesanya e Paulo Costa al Flash Forum ha rotto molti dei social media dell'UFC record ed è il face-off più visto di sempre del franchise sportivo su Instagram con oltre 7,6 milioni di visualizzazioni. La serie Ritorno all'Isola della Lotta continua l'11 ottobre con UFC FIGHT NIGHT: MORAES VS SANDHAGEN al Flash Forum.

Per tutta la durata di Ritorno all'Isola della Lotta sono in atto misure di sicurezza rigorose con tutti i membri della "zona sicura" dell'isola di Yas che vengono testati regolarmente. Abu Dhabi ha anche guidato lo sviluppo della certificazione Go Safe, un programma di salute e sicurezza che applica gli standard globali di sicurezza e igiene negli hotel, nelle attrazioni, nei centri commerciali, nelle strutture ricettive e nei luoghi pubblici dell'emirato. L'impegno dell'emirato per la salute e la sicurezza durante Ritorno all'Isola della Lotta sostiene gli sforzi più ampi di Abu Dhabi per combattere la diffusione del COVID-19, che includono test diffusi, servizi igienico-sanitari a livello cittadino, allontanamento sociale e servizi sanitari migliorati.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://www.wam.ae/en/details/1395302875250

WAM/Italian