mercoledì 04 agosto 2021 - 4:24:46 sera

Gli Emirati Arabi Uniti sospendono l'ingresso di passeggeri da Zambia, Repubblica Democratica del Congo e Uganda


ABU DHABI, 10 giugno 2021 (WAM) - L'Autorità per l'aviazione civile generale (GCAA) e l'Autorità nazionale per la gestione delle emergenze, delle crisi e dei disastri (NCEMA) hanno annunciato che l'ingresso dallo Zambia, dalla Repubblica Democratica del Congo e dall'Uganda sarà sospesa per tutti i passeggeri in arrivo su vettori nazionali ed esteri, nonché per coloro che trasportano passeggeri in transito, a partire dalle 23:59 di venerdì 11 giugno 2021.

La decisione esenta i voli in transito in arrivo negli Emirati Arabi Uniti e diretti verso questi paesi. Questa decisione è applicabile all'ingresso di viaggiatori che sono stati in Zambia, Repubblica Democratica del Congo e Uganda negli ultimi 14 giorni prima di arrivare negli Emirati Arabi Uniti.

I voli tra questi paesi e gli Emirati Arabi Uniti continueranno a funzionare, consentendo il trasporto di passeggeri dagli Emirati Arabi Uniti a quei paesi. Consentirà inoltre il trasferimento di alcuni gruppi esentati dai tre paesi sopra menzionati negli Emirati Arabi Uniti, con una rigorosa applicazione delle misure precauzionali.

Questi gruppi includono cittadini degli Emirati Arabi Uniti e i loro parenti di primo grado e missioni diplomatiche accreditate tra gli Emirati Arabi Uniti e questi paesi, compresi gli amministratori che lavorano nelle ambasciate, le delegazioni ufficiali, i voli charter di uomini d'affari a condizione che ricevano l'approvazione preventiva, i titolari di visti di residenza d'oro e d'argento, titolari di posti di lavoro essenziali secondo la classificazione dell'Autorità Federale per l'Identità e la Cittadinanza (ACI), nonché gli equipaggi di aeromobili cargo e di transito stranieri, a condizione che ottengano una PCR Covid-19 negativa eseguita entro 48 ore dalla partenza e un'altra all'arrivo. Dovranno anche mettere in quarantena fino alla partenza.

‎‏I gruppi esentati sono tenuti a intraprendere misure preventive che includono una quarantena di 10 giorni e un test PCR in aeroporto, nonché il quarto e l'ottavo giorno dopo l'ingresso nel paese.

Inoltre, la validità del periodo di test PCR è stata ridotta da 72 ore a 48 ore prima del viaggio da laboratori accreditati che rilasciano risultati dei test recanti un codice QR.

L'autorità ha anche confermato che è richiesto a coloro che provengono dallo Zambia, dalla Repubblica Democratica del Congo e dall'Uganda attraverso altri paesi di rimanere in quei paesi per almeno 14 giorni prima di poter entrare negli Emirati Arabi Uniti. I voli cargo continueranno ad operare tra i due paesi.

L'autorità ha invitato tutti i viaggiatori interessati dalla decisione a contattare le compagnie aeree interessate per modificare o riprogrammare i loro voli e per garantire il loro ritorno sicuro alle loro destinazioni finali senza ritardi o altri obblighi.

Tradotto da: Mina Samir Fokeh.

http://wam.ae/en/details/1395302942403

WAM/Italian