domenica 29 gennaio 2023 - 10:56:21 mattina

L'Agenzia per l'ambiente e FAO uniti per rilanciare l'industria delle perle ad Abu Dhabi


ABU DHABI, 28 novembre 2022 (WAM) - L'Agenzia per l'ambiente - Abu Dhabi (EAD) ha collaborato con l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) delle Nazioni Unite in uno sforzo congiunto per far rivivere il patrimonio e le tradizioni dell'industria delle perle dell'Emirato . Il progetto "Abu Dhabi Pearls" prevede la coltivazione sostenibile di perle di alta qualità nelle calde acque del Golfo.

Il progetto fa parte di una più ampia collaborazione tra la FAO e il Ministero dei cambiamenti climatici e dell'ambiente (MOCCAE) degli Emirati Arabi Uniti, che si concentra sull'introduzione di un'acquacoltura sostenibile e sulla costruzione di un settore che crei posti di lavoro, protegga l'ambiente e sostenga i mezzi di sussistenza a lungo termine.

Nel 2019, EAD ha lanciato la politica di acquacoltura sostenibile per Abu Dhabi, che mira a promuovere la crescita nel settore dell'acquacoltura dell'emirato e ad aumentare la sua competitività per allentare le pressioni sulla pesca locale sovrasfruttata. La FAO è uno dei partner principali del progetto e sostiene e sviluppa la ricerca correlata all'acquacoltura.

L'Abu Dhabi Pearls Project è stato istituito nel 2007 e ha fissato l'ambizioso obiettivo di coltivare circa 80.000 ostriche, producendo circa 20.000 perle di alta qualità e sostenibili all'anno nelle acque dell'emirato.

Attraverso questo progetto, EAD cerca di fornire una piattaforma educativa e di sensibilizzazione sulla coltivazione sostenibile delle ostriche organizzando visite per studenti delle scuole e università, agenzie e istituzioni governative e delegazioni straniere.

Nell'ambito della cooperazione esistente tra la FAO e l'EAD, le due parti cercano di far luce sulle tecniche di allevamento delle perle promuovendole al contempo come modello chiave per l'acquacoltura sostenibile che offre molti vantaggi ambientali, sociali ed economici. Il partenariato comprende la condivisione delle conoscenze, la fornitura di supporto tecnico e l'organizzazione di workshop tecnici sull'acquacoltura.

L'Agenzia e la FAO stanno anche lavorando a stretto contatto per evidenziare gli sforzi di EAD nel campo dell'allevamento delle perle come esempio globale di acquacoltura sostenibile e di successo. L'Agenzia per l'ambiente è anche un partner chiave della FAO grazie al suo impegno nei settori della pesca e dell'acquacoltura, che sono settori chiave per l'organizzazione delle Nazioni Unite. Riunendo competenze globali e locali, la partnership tra EAD e FAO contribuirà a sostenere e sviluppare il settore dell'acquacoltura nell'emirato.

Con il supporto tecnico della FAO, gli Emirati Arabi Uniti stanno investendo in tecnologie moderne per sviluppare un settore dell'acquacoltura sostenibile ed economicamente sostenibile che preserverà gli stock ittici del paese e migliorerà la sua sicurezza alimentare. Ciò combina anche il tradizionale patrimonio culturale dell'immersione delle perle con le tecniche moderne.
Ahmed Al Hashemi, Direttore Esecutivo per la Biodiversità Terrestre e Marina di EAD, ha dichiarato: “Un tempo l'immersione con le perle era una professione rischiosa che forniva lavoro stagionale e un'opportunità di ricchezza e prosperità. Non è mai stato solo un mestiere o un mezzo di sussistenza, ma un sistema sociale completamente integrato che ha nutrito un ricco patrimonio di tradizioni. All'EAD cerchiamo continuamente di proteggere il nostro patrimonio nazionale proteggendo al tempo stesso l'ambiente, e lo sviluppo di pratiche sostenibili nell'ambito dell'acquacoltura sta guidando i nostri sforzi, supportati dalla nostra fruttuosa collaborazione con la FAO".

Lionel Dabbadie, funzionario senior della FAO per l'acquacoltura e la pesca presso l'ufficio della FAO ad Abu Dhabi, ha dichiarato: "Il progetto di ostriche perlifere progettato e implementato da EAD non solo fornisce una fonte di reddito per i giovani imprenditori degli Emirati, ma contribuisce anche a conservare la biodiversità e proteggere l'ecosistema, in linea con gli obiettivi della Trasformazione Blu promossi dalla FAO. Grazie alla collaborazione con EAD, la FAO intende sviluppare un'acquacoltura sostenibile e contribuire al raggiungimento dell'obiettivo degli Emirati Arabi Uniti di diventare un hub leader mondiale nella sicurezza alimentare guidata dall'innovazione entro il 2051. "

Fin dalla sua istituzione, il progetto ha contribuito a far rivivere il patrimonio del settore e a preservare le ostriche e le perle locali attraverso la partecipazione a eventi locali e internazionali. Sono stati inoltre avviati progetti congiunti con istituzioni educative e una componente tecnica per la creazione di design di gioielli utilizzando perle coltivate.

https://www.wam.ae/en/details/1395303106264